Issime

2000

13 ottobre

Durante l’alluvione del 2000 che colpisce tutta la valle, in questo comune viene sconvolta la geografia del territorio e si registrano danni enormi a privati e opere pubbliche: danni alle case, alle stalle, al mattatoio, al ponte di Vareilles. La piena raggiunge Loc. Tontinel, all’area verde viene travolto il ponte del Giubileo.

1993

22-25  settembre

A seguito di piogge prolungate si verifica l’alluvionamento del torrente Lys. Si rilevano diverse erosioni spondali e gravi danni, in particolare alla traversa ed al canale di carico della centrale di Zuino.

1987

luglio

Eccezionali avversità atmosferiche colpiscono tutta la valle provocando danni anche nel comune di Issime.

1978

7 agosto

Un’alluvione colpisce diversi comuni della bassa valle. Si segnala l’esondazione del T. Lys che provoca anche la rimozione degli argini .

1957

13 giugno

Un’alluvione colpisce tutta la valle, in particolare in questo comune la piena del T. Lys provoca danni a 2 ponticelli in legno.

1949

giugno

In seguito alle intense piogge si verifica una frana che coinvolge una superficie di 4000 mq sulla sinistra orografica del T. Valka – 2 gli abitati rustici gravemente danneggiati.

1948

4 settembre

Un’alluvione colpisce tutta la valle; in particolare in questo comune si verificano gravi danni alle opere di difesa esistenti; i T. Stolenbach e Ricourt invadono l’abitato di S. Giacomo – 1 morto e 6 case distrutte. A Issime sono andati distrutti 3 ponti e l’acquedotto, è interrotta la strada per frana per 797 m.l. e sono allagate strade e campagne.

È distrutto il ponte comunale che permetteva l’accesso alla borgata Sengle, minacciata dalle acque; una donna muore trascinata dalle acque del Lys. I danni ammontano a £. 38.413.000.

1868

2 ottobre

Per le grandi piogge la piena del T. Lys provoca molti danni, modificando anche l’aspetto del territorio.

1846

17 ottobre

In seguito a piogge torrenziali le piene dei torrenti provocano la distruzione della strada per 250 m, la distruzione della piazza davanti al santuario, di molte proprietà e ponti.

1780

25 agosto

Per crescite straordinarie del Lys si verificano danni a strade e ponti e ai derivatori dei ruscelli, dei mulini e delle irrigazioni.

1755

14 ottobre

In seguito a piogge torrenziali si verifica uno spaventoso cataclisma; il capoluogo viene in parte sommerso e viene travolta la “Chappelle des Allemends” posta in destra orografica del t. Stolenbach.

1734

13 ottobre

Si verificano forti piogge che colpiscono tutta la bassa valle e in particolare anche il comune.

1810-1811

inverno

Valanga Chanton Laval
Catasto Regionale Valanghe 01-002

Questa valanga si trova proprio sul confine tra il Comune di Fontainemore e il Comune di Issime, in sinistra orografica del Torrente Lys. La zona di accumulo si trova a monte dello sbarramento artificiale di Umbre Gran Proa.

La valanga si stacca dal versante ovest della montagna ad una quota di 2300 m s.l.m. circa per poi incanalarsi e raggiungere il fondovalle.

La prima testimonianza della valanga risale all’inverno del 1810-11. La valanga di dimensioni estreme, esce dal suo percorso abituale e riesce ad avvicinarsi alle case di Ombru Rumpusin (1300 m s.l.m.) e danneggiare un’abitazione a Undru Rumpusin (1250 m.s.l.m) entrambe sul territorio comunale di Issime. L’accumulo della valanga si estende fino a Undre Gran Proa.
Da allora, la valanga di Chanton Laval è stata censita numerose volte, ma mai più di simili proporzioni.
Un altro evento degno di nota è quello del 29 aprile del 2009, quando la valanga raggiunge il fondovalle, per arrestarsi a ridosso del Torrente Lys a circa 900 m di quota.
In totale gli eventi censiti in catasto regionale sono 17, la maggior parte delle volte la valanga rimane confinata nella parte alta del conoide.

INVA © Copyright - Portale Casa e pericoli - 2020