Pontboset

2000

29 novembre

Il crollo di alcuni blocchi di notevole dimensione ha coinvolto la strada comunale, asportando completamente la sede viabile per qualche metro, colpendo una autovettura in transito e determinando il decesso e il ferimento degli occupanti. Il crollo interessava pesantemente il tratto di pendio compreso tra la strada comunale per Courtil e la sottostante strada regionale, determinando l’apertura di un varco di una cinquantina di metri nel bosco a latifoglie e causando danni alle opere murarie e al piano viabile della strada regionale.

13-16 ottobre

L’alluvione del 2000 a Pontboset ha causato frane e cadute massi in varie località nonché erosioni di sponda e un alluvionamento che ha costretto la chiusura della viabilità regionale e comunale per Courtil.

29 aprile

Alcuni massi sono caduti nella notte provocando la chiusura della strada regionale tra Hone e Champorcher.

1993

22-25 settembre

In seguito alle abbondanti piogge un’alluvione colpisce numerose località della valle. Si verificano diversi fenomeni alluvionali e colate di detriti a Trambesère, Varesaz, la Place, Frassiney, Savin, Piallmont e Chataigne con danni ad edificato e alle reti di servizio.

1978

7 agosto

Un’alluvione colpisce diversi comuni della bassa valle; A Pontboset si verificano diverse frane. A Echelly si riscontrano danni alle piante di latifoglie e a Fusenna lungo il vallone “Du Mont” l’ostruzione della strada carrozzabile. Altre frane partono dalla cima del canalone “Vallasse” e dalla parete Est del Ciarvaton, interessando la strada comunale.

1975

23 maggio

Si verificano delle frane a Savin e Crest.

1846

17 ottobre

Le piogge torrenziali causano la rottura degli argini – danni ad un canale.

16 maggio

Si verificano delle frane che creano danni ai coltivi.

XVII secolo

01 agosto

Forti piogge colpiscono la bassa valle, soprattutto la valle di Champorcher – numerosi i danni registrati a mulini e abitazioni.

2019

23 novembre

Valanga Valley de la Cota
Catasto Regionale Valanghe 03-009

La seconda metà di Novembre 2019 è stata caratterizzata da un susseguirsi di nevicate che in totale hanno apportato una quarantina di cm nella Valle di Champorcher e tutto il settore Est della Regione.

Il 23 novembre un ulteriore nevicata apporta altri 50 cm di neve fresca. Il limite pioggia/neve si alza a 1600 m e la neve è umida e pesante fino alla quota di 2300 m circa. Il manto nevoso, al di sotto di questa quota, è molto appesantito sia dai quantitativi di neve presenti al suolo sia dalle temperature tiepide e la pioggia.

Sono questi fattori che, nel pomeriggio, provocano il distacco della valanga di Valley de la Cota, una valanga di neve mista ad acqua, che raggiunge la strada regionale ostruendola per parecchi metri.

La valanga si stacca lungo la cresta di confine che collega la Pointe Bechet al Col Bechet ad una quota di circa 1800 m, per poi incanalarsi lungo il versante e raggiungere l’abitato di Pialemont.

Questa valanga è ben nota agli abitanti della Valle di Champorcher, infatti in passato sono numerose le volte che questo evento ha ostruito la strada regionale, soprattutto prima della costruzione del viadotto attualmente presente che è avvenuta intorno alla metà degli anni 80’.

La prima segnalazione in catasto regionale valanghe risale al 06/04/1963 e da allora è stata censita ben 14 volte. L’ultima volta che ha lambito per pochi metri la strada regionale è stato 05/03/2009.

INVA © Copyright - Portale Casa e pericoli - 2020