Quart

2000

13-16 ottobre

Durante l’alluvione del 2000 si verificano l’Erosione spondale del T. de Bagnère, diverse colate di fango e numerose situazioni di dissesto in particolare in località Rossin (colate di fango che coinvolge 15000 mc di materiale) e in località Hivaz.

24 aprile

Si verifica una Frana in località Fonteil.

La maggior parte del materiale franato è composto da blocchi di ca. 1 mc di volume e si è accumulata nel raggio di 150 m dalla zona di distacco. Alcuni massi hanno proseguito la corsa per ca. 100 m. Il sottostante villaggio di Fonteil (Trois Villes) non è stato interessato dalle rocce cadute. Il masso che più si è avvicinato dista circa 200 m. dal villaggio.

1993

22-25 settembre

Un’alluvione colpisce numerose località della valle; a Quart la Dora minaccia un’inondazione.

1987

luglio

Eccezionali avversità atmosferiche colpiscono tutta la valle provocando danni anche nel comune di Quart.

1981

03 aprile

Per le forti piogge si verifica un debris flow al Villair di Quart che invade la S.S. 26 – viene effettuato lo sbancamento del manto stradale per far fluire il materiale.

1846

17 ottobre

Un’ alluvione colpisce tutta la Valle – l’Esondazione lungo la Dora arreca danni ai terreni coltivati e alla strada.

1782

Si riporta di un’Alluvione che causa numerosi i danni.

1759

23 ottobre

In seguito a piogge torrenziali desolazione in tutta la Valle – ingenti i danni all’ospedale “La Maladière”.

1755

14 ottobre

La più grave calamità naturale del Settecento devasta la media e la bassa Valle’ – numerosi i danni nel comune

1705

Alluvione colpisce tutta la Valle –campagne danneggiate.

1594-1598

La Tracimazione del lago del Ruitor causa danni ingenti anche a Quart.

1500

In seguito alle numerose alluvioni che spesso devastano tutta la Valle, la fascia costiera della Dora è spesso minacciata dalle possibili piene – distruzione degli abitati siti nelle vicinanze della Dora.

1449

agosto

Un’esondazione che rischiò di invadere e distruggere anche Aosta colpisce il capoluogo del paese. ‘Une inondation ruina et ensevelit le chef-lieu de Quart et son èglise qui était jadis situés au glair actuel; les plus fertiles propriétés de cette localité furent transformées en un aride désert’

1430

Grande inondazione causa la distruzione del campanile parrocchiale.

XV secolo

Un’inondazione provoca la distruzione della chiesa S. Sisto.

1290

Alluvione causa devastazione e rovine nelle campagne – formazione delle lande di Diémoz e Quart a seguito di un debris flow.

2018

24 gennaio

Valanga Bois de Ranconne – Becca d’Aveille
Catasto Regionale Valanghe 06-004

La valanga del Bois de Ranconne si trova in parte sul territorio comunale di Quart e in parte in quello di Nus, il confine comunale passa proprio lungo la strada regionale che collega la frazione di Lignan (Nus) alla frazione di Etraz (Quart). La valanga tende ad arrestarsi proprio lungo la strada comunale sopra descritta ostruendola anche più volte durante l’inverno.

Durante il mese di gennaio del 2018 la valanga è scesa ben tre volte di seguito, 01, 04 e il 24 gennaio; mese caratterizzato da un susseguirsi di nevicate, temperature miti, pioggia a quote di media montagna che hanno creato le condizioni ottimali per il verificarsi di numerose valanghe su tutto il territorio regionale.

In particolare il 24 di gennaio, la valanga, staccatasi dalle pendici della Becca d’Aveille, scendendo verso valle, trova il canale già parzialmente ostruito dagli eventi precedenti, pertanto riesce a raggiungere e superare la strada regionale.

Sono numerosi gli eventi censiti all’interno del catasto valanghe, però tutti abbastanza recenti, anteriori al 2009.

Sulla cartografia storica la perimetrazione presente ritrae la valanga che raggiunge l’alveo del Torrente Chaleby. Non ci sono però documenti e immagini che descrivano questo evento.

INVA © Copyright - Portale Casa e pericoli - 2020