Saint-Vincent

2018

7 settembre

L’incontrollata fuoriuscita di acqua dalla vasca della centralina del Ru Courtaud ha innescato una frana di colamento in loc. Salirod-Petit Rhun- Amay con deposito di materiale detritico in corrispondenza della S.R. n. 33 e lungo la strada poderale in località Petit Rhun-Verney e l’ostruzione di un attraversamento del canale a valle della località Amay.

2017

1 agosto

Innesco di un fenomeno di debris flow del T. Grand Valey.

La colata detritica si è originata dalla parte alta del canalone denominato Roteuss e ha comportato il deposito di materiale detritico in corrispondenza dei bacini di laminazione delle due briglie con un accumulo di materiale pari a (3.300 mc) nella prima briglia e 200 mc nella seconda. Per garantire l’efficienza delle opere è stato eseguito un disalveo del tratto di torrente interessato dal deposito di materiale con la pulizia dei bacini delle briglie in modo da ripristinare la capacità di trattenimento.

2016

11 luglio

Si verifica un fenomeno di debris flow in loc. Perrière-Gléreyaz: la pioggia intensa ha innescato un debris flow lungo il torrente Grand Valey trasportando a valle parecchio materiale lapideo proveniente dalla frana del monte Zerbion. Riempite le briglie selettive a monte dell’abitato di Perrière ed ostruito il guado della pista ciclabile in loc. Gléreyaz al confine fra i comuni di Châtillon e Saint Vincent.

2015

18 gennaio

Caduta di un blocco di roccia di 2-3 mc sulla strada comunale per Cillian. Il masso si è distaccato poco a monte della strada e si è arrestato sul sedime stradale danneggiandolo lievemente.

2013

29 luglio

Segnalazione di una limitata esondazione del Torrente Grand Valey in località Glereyaz in corrispondenza all’attraversamento della pista ciclabile.

gennaio

Si segnala il crollo di alcuni blocchi di roccia dalla scarpata presente a monte della pista poderale in loc. Ponte delle Capre.

2009

26 aprile

Si sono verificati vari smottamenti dall’abitato di Grun fino al bivio della fraz. Lenty lungo la strada regionale per il col di Joux (tra il km 7 e il km 8).

Il giorno 27 il sindaco aveva segnalato ruscellamento diffuso nello stesso tratto di strada.

2008

14 dicembre

In corso Battaglione Aosta nei pressi delle terme vecchie, si è innescata una frana di crollo che si è fermata contro il muro di una casa edificata sul bordo della via.

2007

15 giugno
30 maggio

Innesco di colate detritiche lungo il T. Grand-Valey.

2005

gennaio

Caduta massi da falesia soprastante le case della frazione e la strada comunale in località Biègne.

2000

13 ottobre

Durante l’evento del 2000 si verificano numerosi fenomeni di esondazione. In particolare il T. Cillian è fuoriuscito in località Moron e Sablon. Diverse frane di colamento si sono innescate lungo la strada del Col du Joux; in particolare 4 fenomeni franosi partono da Framy passano da May e arrivano a Petit Brun.

Si segnala l’innesco di una frana in località Cillan,

1997

dicembre

Si verificano fenomeni di caduta massi nelle località Biègne e Domianaz.

1993

22-25 settembre

A seguito delle prolungate piogge (la pioggia torrenziale è caduta dalle prime ore della sera di mercoledì 22 settembre) si è verificata l’esondazione del T. Grand Valey: “strade bloccate, un metro e mezzo d’acqua negli spogliatoi del campo sportivo ‘Perucca’ e voragini che si sono aperte un pò ovunque nelle vie del paese. (…) gli scarichi fognari si sono intasati in poche ore. (…) in via Battaglione Aosta (…) i detriti hanno otturato gli scarichi fognari: sassi e terra hanno invaso la carreggiata, occupando anche buona parte di via Ponte Romano. In via Roma: il ‘pavé’ ha ceduto, aprendo un buco di oltre un metro di diametro e di profondità”. Si registrano una frana di crollo sulla Monjovetta che ha interrotto la viabilità, e in località Tenso.

Altri fenomeni di esondazione si sono sviluppati nelle località Toux e Moron.

1987

23 agosto

Eccezionali avversità atmosferiche colpiscono tutta la Valle. Anche il comune di Saint-Vincent viene colpito, si registrano fenomeni esondativi nelle località Cillian, Tomillod, Tenso, Chatillon-Perrière e Biègne.

1958

19 agosto

Nubifragio tra Verres e Chambave; cade un masso di notevoli dimensioni tra le stazioni di Monjovet e St. Vincent; tra quelle di Chatillon e St. Vincent si verificano danni ad un muro di sostegno a monte della linea ferroviaria.

Tra le stazioni di Chivasso e Aosta al Km 72+800 si verificano fenomeni alluvionamento e allagamento binari.

1914

luglio

In seguito a piogge torrenziali si verifica un alluvionamento in bassa valle; inondazione da parte del canale che scorre nel borgo; crollano alcuni ponti.

1983

9-10 ottobre

‘Dans la nuit du 9 au 10 octobre, un sac d’eau s’est abattu avec violence sur la colline de Saint-Vincent, au dessous du village de Lérinau. En quelques instant il s’est formé un torrent qui grossi par les pierres et la terre qu’il entrainait dans sa course, s’est divisé en deux. L’un s’est précipité à gauche sur le chemin d’Amay, qui aboutit au village de Vagnod, au levant de la bourgade, et le transforma en ravin. On lui ouvrit un passage à travers les prairies, en demolissant le parapet de la route nationale. (…)’

‘Toutefois le torrent de bourbe avait déjà pénétré dans une forge et un étable qui ont été littéralement encombré’.

1755

14 ottobre

Una grave calamità colpisce la media e bassa valle: gravi i danni alla piana.

Non ci sono valanghe censite sul territorio di Saint Vincent.

INVA © Copyright - Portale Casa e pericoli - 2020