Verrès

2019

21 novembre

Si verifica una frana di crollo in loc. Torille a partire da una parete rocciosa situata circa 40-50 m a monte dell’abitato (volume complessivo stimato in circa 250-300 mc). Alcuni elementi lapidei sono scivolati lungo il pendio, causando la distruzione di antichi terrazzamenti a secco adibiti alla coltura della vigna e dell’ulivo.

A seguito dell’evento è stata immediatamente realizzata un’opera provvisionale di contenimento lungo il margine di monte della viabilità comunale, al fine di mitigare gli effetti riconducibili all’eventuale caduta di materiale lapideo smosso dal sovrastante pendio. Evacuate alcune abitazioni.

2016

primavera

Un masso di dimensioni inferiori a mc 1 si è distaccato dalla parete rocciosa soprastante e si è arrestato sul terrazzo adiacente ad una casa vacanza via Artifizi.

2015

15 luglio

Una caduta massi in loc. La Grange Neuve (dietro cimitero di Verrès) ha coinvolto un traliccio della società Terna posizionato nel settore pianeggiante.

2012

16 novembre

Frana di crollo in loc. Mont Carogne: il tratto terminale dell’impluvio in cui si sono arrestati i blocchi si pone a tergo della porzione di piana compresa tra il campo da calcio e i fabbricati della frazione Balmet.

Non sono stati rilevati danni, in quanto i blocchi non hanno raggiunto l’abitato.

10 novembre

Si verifica una fenomeno di caduta massi dal versante S del Mont Carogne. Sono state rilevate numerose tracce di impatto al suolo e su numerosi alberi e sul cavo della linea ad alta tensione posto a circa 20 m dal piano campagna. I blocchi crollati si sono distribuiti a ventaglio su di una larghezza di circa 130 m raggiungendo alcune infrastrutture esistenti.

Il danno più rilevante è stato generato da un blocco che ha impattato su uno dei cavi della linea ad alta tensione provocandone lo sfilacciamento.

2006

8 maggio

Segnalato un fenomeno di caduta massi in via Artifizi. Il sopralluogo ha permesso di identificare almeno 5 frammenti rocciosi di dimensioni variabili tra 0.2 e 0.05 mc caduti nella fascia di terreno compresa tra la base del versante ed il canale del Bourg. Quattro di essi sono caduti all’interno di un orto fortunatamente in quel momento deserto.

2002

10 settembre

Si verifica una frana di crollo in rocce in loc. Gran Ronc.

Un masso di discrete dimensioni si è fermato alla base del traliccio presente in zona.

15 febbraio

A seguito delle intense precipitazioni si è innescata una frana di crollo in loc. Mont Saint Gilles. Parte del crollo si è depositato sul ‘Clapey’ ai piedi della roccia.

Si registrano danni limitati ad alcuni muri e ad alberi dell’arboretum e alla rete di irrigazione.

2000

13-16 ottobre

In seguito all’evento alluvionale si sono verificati: 2 crolli a Villa Agosti, una frana a Barme Solan di un fronte pari a 50 mt, un crollo in Loc. Casset, un frana di colamento in località Rovarey. Altre frane si sono innescate nelle località Chavascon, Nage, Mont Conge, Riorta e Torille. Numerose sono, inoltre, le interruzioni della strada dovute sia a scivolamenti del pendio a monte sia ad erosioni spondali dei torrenti e della Dora.

1994

6 novembre

Caduta di un muro di sostegno a Quassù a valle di una casa, danni a viabilità privata. ‘Il dissesto ha interessato un muro di sostegno a valle di una casa di civile abitazione, realizzato sopraelevando un vecchio terrazzamento in pietrame preesistente…’

1993

22-25 settembre

Le intense e prolungate precipitazioni abbattutesi sulla Regione provocano numerosi danni nel comune di Verres. In particolare viene segnalato un fenomeno di erosione di sponda sull’Evancon che ha danneggiato un argine isolando alcune case in frazione Moulin e fenomeni di esondazione in località Torille con conseguenti allagamenti del tratto di piana in esame.

1992

3 giugno

Caduta massi in zona cimitero, mobilizzati circa 10 mc di materiale, danni ai coltivi, al bosco e alla rete elettrica.

1987

Caduta massi nella vasta zona che dal campo sportivo arriva al cimitero.

1978

7 agosto

In seguito ad eventi alluvionali, esondazione del T. Evançon-notevoli i danni.

1968

18 giugno

A seguito di una scossa sismica cadono dei massi dal M.te Carogne.

1958

19 agosto

Violento nubifragio tra le stazioni di Verres e Chambave provoca lo straripamento del T. Chalamy.

1957

13 giugno

In seguito a piogge torrenziali si verifica un alluvionamento in bassa valle – eccezionale piena della Dora. Si registrano danni alle opere lungo la strada statale.

1948

4 settembre

Rottura dell’argine del T. Evançon, distruzione dell’asilo infantile, allagato lo stabilimento Brambilla.

1846

16 maggio

Forti piogge in tutta la Valle, devastate le campagne di Torille.

1840

30 ottobre

Diluvio si abbatte sul M.te Carogne e genera un debris flow di importante magnitudo. In base alle fonti dell’epoca si generarono ‘… i torrenti tutti si gonfiarono siffattamente che le acque strariparono, seco spingendo innanzi piante, macigni, valanghe …‘Le acque…hanno invaso e fatto cadere un gran numero di case, il numero delle persone che vi furono seppellite … è fatto ascendere ad 80’.

1620

17 giugno

Alluvione spaventosa colpisce tutta la bassa Valle devastazione su gran parte del territorio comunale.

Non ci sono eventi valanghivi censiti sul territorio comunale di Verres.

INVA © Copyright - Portale Casa e pericoli - 2020